Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Bonaventura a cura di Ermes Dovico
SCHEGGE DI VANGELO

Dall’esterno all’interno

Se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli (Mt 5,20)

Schegge di vangelo 14_06_2024 English Español

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Io vi dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli. Avete inteso che fu detto agli antichi: “Non ucciderai”; chi avrà ucciso dovrà essere sottoposto al giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello dovrà essere sottoposto al giudizio. Chi poi dice al fratello: “Stupido”, dovrà essere sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: “Pazzo”, sarà destinato al fuoco della Geènna. Se dunque tu presenti la tua offerta all’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare, va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna a offrire il tuo dono. Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei in cammino con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia, e tu venga gettato in prigione. In verità io ti dico: non uscirai di là finché non avrai pagato fino all’ultimo spicciolo!». (Mt 5,20-26)

Perché Gesù è venuto a dare pieno compimento? Perché è venuto a sigillare nel nostro cuore la Legge data a Mosè sul monte Sinai. Quando una persona si converte a Gesù, non è che osserva certi precetti o adotta certi comportamenti perché qualcuno lo obbliga, è piuttosto una manifestazione esterna di qualcosa che sente dentro di sé. Tu che sei cristiano, sei sempre alla ricerca della radice del male da estirpare, ma perché il tuo cuore ardente non tollera più il minimo tradimento nei confronti del Signore che ti ama così tanto. I comandamenti sono la lama del coltello che andrà a recidere quella pianta avvelenata o quel laccio che ti fa cadere. E piano piano il tuo egoismo lascerà posto al Signore.