• SCHEGGE DI VANGELO

Chi sta al centro?

Chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, egli è per me fratello (Mt 12,50)

In quel tempo, mentre Gesù parlava ancora alla folla, ecco, sua madre e i suoi fratelli stavano fuori e cercavano di parlargli. Qualcuno gli disse: «Ecco, tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e cercano di parlarti». Ed egli, rispondendo a chi gli parlava, disse: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Poi, tendendo la mano verso i suoi discepoli, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, egli è per me fratello, sorella e madre». (Mt 12,46-50)

Per Gesù i Suoi discepoli non sono tanto coloro che sono a Lui prossimi umanamente, in questo caso per parentela, bensì quelli che, una volta ascoltata e meditata la Parola del Padre, mettono in pratica la Volontà di Dio. Facciamo quindi attenzione perché per essere prossimi a Gesù e per entrare nella vita eterna non basta pregare dicendo “Signore, Signore” e neppure credere di aver profetizzato e compiuto prodigi nel Suo Nome: prima bisogna spogliarsi della vanagloria, l’ultima e la più insidiosa delle tentazioni dell’aspirante discepolo che però mette se stesso e non Dio al centro della sua vita.