• Educazione

Biella, Arcigay nelle scuole

Il comune e la provincia di Biella hanno stretto un accordo con l’Arcigay che prevede, per scuole di ogni ordine e grado, corsi di formazione per docenti e personale non docente ed un concorso per studenti. Lo slogan di questa iniziativa è: «Le famiglie cambiano, cambiamo la nostre idea di famiglia». Più chiaro di così.

La consigliera di parità della provincia di Biella Carlotta Grisorio così commenta: «E’ innegabile affermare che Biella è ancora una città chiusa sotto certi aspetti. Non per niente, molte persone dello stesso sesso scelgono di vivere la loro vita insieme lontani dal capoluogo. Ma è ora di fare qualche cosa per frenare questa tendenza, e di fare modo a professori e a presidi di confrontarsi serenamente con una nuova realtà come per esempio può essere quella di avere uno studente con due genitori dello stesso sesso».

Il concorso per medie e superiori è intitolato: “Diversodachi?”. La vice presidente del Comitato Territoriale Arcigay delle provincie di Vercelli e Biella, Anita Sterna spiega in tal modo il senso dell’iniziativa: «L’obiettivo è approfondire il tema del bullismo come oggi non è ancora stato fatto. Si vuole per la prima volta affrontare il tema del bullismo omofobico. E ringraziamo la consigliera per questa magnifica opportunità dedicata ai ragazzi, che oggi più che mai, devono sapere come affrontare determinate situazioni, per evitare di venire emarginati dalla società».

L’obiettivo è chiaro: prima si indottrinano le coscienze al credo LGBT meglio è.

https://www.osservatoriogender.it/la-provincia-biella-apre-le-porte-delle-scuole-allarcigay/