Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Ranieri a cura di Ermes Dovico
SCHEGGE DI VANGELO

Apri le orecchie

Ma la Sapienza è stata riconosciuta giusta (Lc 7,35)

Schegge di vangelo 20_09_2023 English Español

In quel tempo, il Signore disse: «A chi posso paragonare la gente di questa generazione? A chi è simile? È simile a bambini che, seduti in piazza, gridano gli uni agli altri così: “Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non avete pianto!”. È venuto infatti Giovanni il Battista, che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: “È indemoniato”. È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e voi dite: “Ecco un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori!”. Ma la Sapienza è stata riconosciuta giusta da tutti i suoi figli». (Lc 7,31-35)

La Sapienza emana direttamente da Dio quindi tutti i figli di Dio hanno la grazia mediante il battesimo di poterla riconoscere quando se la trovano davanti. Oggi possiamo riconoscerla in vari modi, se prestiamo attenzione alle piccole cose che ci accadono ogni giorno: potrebbe essere un invito di un amico, un’omelia del sacerdote, una trasmissione alla radio, un articolo di giornale. Basta saper aprire gli occhi e le orecchie, la Sapienza infatti non è cambiata, è sempre la stessa, e Gesù che è vivo in mezzo a noi continua a parlarci e a istruirci attraverso di essa. Prega oggi lo Spirito Santo perché ti porti a progredire nella virtù (cardinale) della Sapienza.