• IL CASO

    L'aborto è on line con le pillole ammazza bimbi

    L'aborto arriva on line. Basta cliccare l’home page di Women on Web, un sito che offre alle donne di quei Paesi in cui non è possibile accedere all’aborto chimico, e chiedere di ricevere a casa le pasticche necessarie per l’aborto fai da te. L'idea è di Rebecca Gomperts.

    • BRUXELLES

    Aborto libero in Europa con la pillola dei 5 giorni dopo

    L'Agenzia europea delle medicine (EMA) decide di rendere Ulipristal un semplice farmaco da banco, malgrado i ben noti effetti abortivi. Ora si attende l'approvazione della Commissione Europea, che potrebbe di fatto imporla a tutti i paesi dell'Unione. Un vero e proprio accanimento contro il concepito.

    • DOMANDE

    Se per Veronesi il cancro è la prova che Dio non esiste

    «Come Auschwitz anche il cancro per me è la prova che Dio non c'è». Umberto Veronesi si racconta nel libro Il mestiere di uomo, da oggi nelle librerie. Un libro "forte" che lancia domande pungenti, anche se le risposte dell'oncologo non ne sono all'altezza. Ma resta l'interrogativo su quale senso dare al male e al dolore.

    • ETEROLOGA A PAGAMENTO

    Il Corriere lancia la "fecondazione equa e solidale"

    In Italia non c'è una cultura della donazione, per questo la fecondazione eterologa è destinata a fallire. Lo scrive il Corriere della Sera che lancia l'allarme sulla mancanza di donatori. L'alternativa? Pagare i donatori o incentivare le forme di scambio riproduttivo "equo e solidale". Come il social egg freezing o l'egg sharing. 

    • VITE NEGATE

    Kenya e India, l'orrore delle sterilizzazioni forzate

    Tredici donne morte in India, in un'operazione di sterilizzazione di massa. Una campagna di vaccinazione sospetta, poi rivelatasi un trucco per celare una vasta campagna di sterilizzazione delle donne del Kenya, promossa da ben due agenzie dell'Onu, Unicef e Oms.

    • CONTINENTE NERO

    Kenya, la campagna segreta di Unicef e Oms

    Due agenzie dell'Onu, l'Unicef e l'Oms, lanciano in Kenya una massiccia campagna di vaccinazioni contro il tetano. I medici cattolici locali fiutano qualcosa di strano nella modalità di vaccinazione. Indagano e scoprono che, il vaccino anti-tetano, è in realtà un potente contraccettivo che sterilizza le donne. Non è la prima volta che succede...

    • EFFETTI INDESIDERATI

    India, vittime inconsapevoli della sterilizzazione

    Tredici donne sono morte in India e 20 versano in gravi condizioni dopo essersi sottoposte a un intervento di sterilizzazione di massa. L'operazione è proposta dalle autorità sanitarie come un comune metodo contraccettivo. Vi sono alte quote di operazioni da rispettare e i medici devono operare in fretta.

    • IL CASO

    Ormoni ai bimbi in crisi di identità sessuale

    Ormoni somministrati a bambini e adolescenti dubbiosi sulla loro identità sessuale  per ritardarne la pubertà e dare loro «più tempo» per scegliere se essere uomini o donne. La notizia, purtroppo, è vera, anche in Italia, nonostante tutta la stampa si sia affretta a smentirla.

    • EUTANASIA

    Consulta di bioetica o club della "dolce morte"?

    A Maurizio Mori, presidente della Consulta di Bioetica, non è piaciuto quello che la Bussola ha scritto su Brittany Maynard, la giovane che ha deciso di suicidarsi con l'eutanasia. E attacca l'articolo in proposito, falsificandolo e travisandolo. A Mori non è piaciuto neppure l'intervento del Vaticano che contestava la dignità dell'eutanasia.

    • LA STORIA

    Macché dimissioni, lei resta in trincea Parla l'infermiera che dice no alla pillola

    É scesa in piazza con altri duecento amici dell’associazione “No 194” per chiedere l’abrogazione di una legge ingiusta e omicida. Ma soprattutto, per rassicurare che lei c'è e non si ritira dalla lotta pro life. Chiara Margherita Ulisse, l’infermiera di Voghera che ha fatto obiezione di coscienza alla pillola del giorno dopo e che per questo è stata costretta a dimettersi, è tornata in pubblico.

    • ABORTO

    Benedetta Foà dà un nome al dolore

    Benedetta Foà nel libro Dare un nome al Dolore racconta tre storie parallele di donne ben oltre l'orlo di una crisi di nervi. L'unica cosa che le accomuna è l'aborto. Nonostante il passare degli anni e la ricostruzione di una vita familiare serena, il peso di quel bambino mai nato è insopportabile.

    • SAVE THE CHILDREN

    Salvare i bambini non facendoli nascere

    La campagna "Nati per Morire" è stata veicolata anche dal quotidiano Avvenire, che ha ignorato il fatto che le soluzioni proposte dalla Ong prevedano la diffusione di contraccezione e aborto. E un'associazione lancia una petizione per chiedere al direttore di Avvenire di giustificarsi.