• FUTURO DA INCUBO

    Amore meccanico Ecco Pepper il robot emotivo

    Si chiama Pepper, ha sembianze umane ma è un robot ed è stato programmato per volere bene all’uomo. É il primo robot emotivo. Si proprio così: l’amore non è più prerogativa degli uomini e nemmeno più – come qualcuno sostiene - degli animali non umani (cioè le bestie), ma anche delle cose. Perché oggi si può amare a comando, anzi a telecomando. L’amore del Terzo Millennio è a buon mercato: 1.700 euro e ti porti a casa tutta la serenità e l’affetto che desideri.

    • CHOC IN POLONIA

    Down sopravvive all'aborto, l'urlo che non si scorda

    L'immagine del bambino Down sopravvissuto all'aborto, che piange e urla fino a spirare sul tavolo di una sala operatoria dell'ospedale “Sacra Famiglia” di Varsavia, rimarrà scolpita a lungo nella memoria polacca. Infermiere sotto choc: "Quel pianto è imposibile da dimenticare".

    - A Modena un concepito su 5 è abortito di Andrea Zambrano

    • MODENA

    Abortito un concepito su cinque: la marcia del vescovo

    L'associazione Giovanni XXIII ottiene l'adesione del vescovo Castellucci che sarà presente alla preghiera in cammino per la vita nascente. Per la prima volta nella piazza grande della "rossa" Modena un prelato parlerà contro l'aborto. "Con noi anche ortodossi ed evangelici. In un anno abortiti 615 bambini, 1 concepito su 5".

    • INFERMIERA IN MANETTE

    Indignarsi per un crimine che domani sarà un diritto

    Infermiera di Piombino arrestata: secondo l'accusa avrebbe provocato la morte di 13 pazienti con massicce iniezioni di eparina. Se dalle indagini dovesse emergere, come già in passato, che lo ha fatto per pietà, allora potremmo parlare sicuramente di eutanasia.

    • LA TESTIMONIANZA

    «Io, ex pornodivo gay, vi racconto l'inganno Lgbt»

    La Bussola incontra Joseph Sciambra, che ha vinto la sua sfida contro il porno e l'omosessualità: «Il malessere delle persone con tendenze omosessuali è legato ad un evento traumatico che porta la vittima ad auto-medicarsi col sesso. E la lotta per i "diritti" ha l'obiettivo distruggere la famiglia».

    • MANIPOLARE LA VITA

    Il gene del diavolo e il rischio eugenetico

    Le malattie genetiche, le loro metafore, il sogno e le paure di eliminarle: un libro di un genetista solleva interrogativi pressanti: dove potremmo fermarci col controllo della vita selezionando chi deve nascere? E quale dignità avrà l'obiezione di coscienza di fronte a scopi medici eugenetici?

    • SENTENZA

    La Consulta “salva” gli embrioni. Per il momento

    Con la decisione adottata ieri  è stata dichiarata inammissibile dalla Corte costituzionale la questione sollevata dal Tribunale di Firenze che mirava ad ottenere il via libera all'utilizzo degli embrioni prodotti con la fecondazione in vitro, non trasferiti nel corpo della madre e congelati, per le ricerche scientifiche. 

    • COSA DICE LA SCIENZA?

    Maternità surrogata, solo i medici non vengono ascoltati

    Sembra che per parlare di utero in affitto, in questo Paese, i più accreditati siano Luxuria e Cirinnà. La voce però che manca è quella dei medici. Scarseggia, e abbiamo capito il perché: molti di loro hanno paura di finire come Barilla, come Dolce & Gabbana, come il presidente dei pediatri italiani.

    • NUOVA EUGENETICA

    Verso un mondo senza Down. E senza amore

    Come ogni 21 marzo oggi si celebra la Giornata mondiale delle persone con sindrome di Down. Le sempre più precise indagini renderanno la caccia al portatore della Trisomia 21 semplice, sicura e precisa. La conseguenza sarà un tasso di aborti dal 96 al 100%. Ma sarà un mondo migliore?

    • PILLOLA DEL GIORNO DOPO

    Così lo Stato incentiva il calo delle nascite

    Il Norlevo diventa farmaco da banco, senza obbligo di prescrizione. Il problema di coscienza per la dispenza del prodotto, che è abortivo, ricade così interamente sul farmacista. Peraltro l'esempio francese dimostra che l'aumento della diffusione della pillola del giorno dopo non riduce aborti chirurgici e gravidanze indesiderate.

    • SCIENZA?

    Un'astrusa teoria lega i ghiacciai e il gender

    In Oregon una ricerca universitaria finanziata coi soldi dello Stato si occupa dell'incomprensibile rapporto tra i ghiacci, che sono icone del mutamento climatico e gli studi di ideologia gender. Soprattutto in chiave femminista perché i sistemi di dominazione scientifica sono stati sostenuti da ideologie maschiliste. A quando un nesso tra ghiacciai e Lgbt?

    • L'INIZIATIVA

    Quaranta giorni per salvare vite

     “40 days for life” (quaranta giorni per la vita) è l'iniziativa nata negli Usa per salvare vite umane dalla pratica dell'aborto. Gruppi di preghiera, per 40 giorni, seguono un programma di digiuno, preghiera, penitenza e apostolato nelle comunità locali, per trovarsi di fronte alle cliniche abortiste, nelle chiese e in famiglia. E i miracoli avvengono, a centinaia.