San Giovanni Battista de’ Rossi

    Nonostante il timore delle crisi epilettiche lo avesse tenuto a lungo lontano dal confessionale, san Giovanni Battista de’ Rossi (1698-1764) divenne popolare per il moltissimo tempo dedicato al sacramento della Confessione, oltre che per lo spirito di sopportazione verso chi gli fece del male

    Santa Rita da Cascia

    Santa Rita da Cascia, la Santa degli impossibili, sviluppò una tale pietà per la Passione di Gesù che un giorno le si conficcò in fronte una spina della corona di Nostro Signore. I pellegrinaggi per venerarne il corpo sono spesso accompagnati da grazie e autentiche guarigioni spirituali, testimoniate da innumerevoli ex voto

    Santi martiri messicani

    I 25 santi martiri commemorati oggi vissero nel contesto storico delle persecuzioni del XX secolo in Messico, guidate da élite massoniche, in conseguenza delle quali avvenne la rivolta dei cristeros (1926-1929), uniti al grido di "Viva Cristo Re!"

    San Bernardino da Siena

    Il patrono dei pubblicitari, san Bernardino da Siena (1380-1444), fu un infaticabile predicatore capace di operare innumerevoli conversioni che ebbe, tra i suoi molti meriti, quello di propagare la devozione al Santissimo Nome di Gesù. Lui stesso ne disegnò il simbolo, costituito dalle tre lettere IHS al centro di un sole dorato su sfondo azzurro e con 12 raggi, ognuno con un preciso significato...

    San Celestino V

    Prima dell’incredibile successione di fatti che portò alla sua elezione a pontefice, quando aveva già 85 anni, san Celestino V (c. 1209-1296), al secolo Pietro Angelerio, detto Pietro da Morrone, aveva consacrato la sua esistenza a Dio vivendo per buona parte del tempo da eremita

    San Giovanni I, papa e martire

    Il personale calvario di san Giovanni I (†526), che morì per amore di Cristo e della Chiesa dopo le dure privazioni patite in carcere, si consumò nell’ultimo scorcio di vita del re ostrogoto Teodorico, seguace dell’eresia ariana

    San Pasquale Baylón

    Il mistico spagnolo san Pasquale Baylón (1540-1592) è stato chiamato il “Serafino dell’Eucaristia” per la devozione angelica con cui si accostava e parlava della Presenza reale di Cristo nell’ostia consacrata, fatto che nel 1897 ha indotto Leone XIII a proclamarlo patrono delle opere e dei congressi eucaristici

    Sant’Ubaldo di Gubbio

    Alcuni decenni prima del soggiorno di san Francesco d’Assisi, Gubbio aveva conosciuto le virtù di sant’Ubaldo (c. 1085-1160), che per 31 anni fu vescovo della città e la aiutò a proteggersi dagli attacchi nemici

    Sant’Isidoro l’Agricoltore

    Dalla Spagna il suo culto si è propagato pressoché ovunque e oggi diventa un’impresa contare le località in cui sant’Isidoro l’Agricoltore (c. 1082 - c. 1172), Isidro Labrador in spagnolo, è invocato come patrono dei contadini e dei raccolti

    San Mattia

    La natura apostolica della Chiesa risalta in modo particolare nella festa di san Mattia, colui che fu chiamato a sostituire Giuda l’Iscariota nel tempo immediatamente successivo all’Ascensione, in conseguenza di un’iniziativa di Pietro, che cominciò così a esercitare il sommo ministero al quale l’aveva chiamato Gesù

    Madonna di Fatima

    Al culmine dell'apparizione del 13 maggio 1917, preparata dal "Ciclo angelico" dell'anno precedente, la Beata Vergine chiese ai tre pastorelli: «Volete offrirvi a Dio per sopportare tutte le sofferenze che Egli vorrà mandarvi, in atto di riparazione per i peccati con cui Egli è offeso, e di supplica per la conversione dei peccatori?». La risposta fu: «Sì, lo vogliamo»

    Santi Nereo e Achilleo

    Nereo e Achilleo furono due soldati romani che si convertirono al cristianesimo e il cui martirio, a detta degli storici, avvenne verosimilmente intorno al 300, durante le persecuzioni di Diocleziano. Oggi, con una memoria distinta dalla riforma del 1969, si ricorda pure san Pancrazio, altro glorioso martire decapitato lungo la via Aurelia quando aveva circa 14 anni