• CAMPAGNA ESTATE 2019

Dona forza alla nostra voce!

Se il posto del Magistero della Chiesa viene preso da un dialogo ondivago, altalenante, reticente, diventa urgente alzarsi in piedi e gridare dai tetti tutta la verità, anche quella che oggi appare più scomoda, a difesa della vita. 

Per questo ti chiediamo di aiutarci: dai forza alla nostra voce, sostieni La Nuova Bussola Quotidiana. DONA ORA!
 

Editoriale

    • REGNO UNITO

    Tafida, la bimba in lotta per vivere. Come Charlie e Alfie

    Il Royal London Hospital vuole staccare il ventilatore a Tafida Raqeeb, 5 anni, oggi in stato di semi-coscienza dopo un’emorragia cerebrale a febbraio. Ma i suoi genitori, Mohammad e Shelina, si oppongono e il caso è già finito in tribunale. Intanto, il Gaslini di Genova si è offerto di accogliere la bambina, ma l’ospedale londinese rifiuta di concedere il trasferimento.

    Focus

    • GUERRA INFINITA

    Siria: gli anglo-francesi (non l'Italia) subentrano agli Usa

    La Gran Bretagna e la Francia avrebbero accettato di inviare altre truppe in Siria su richiesta degli Stati Uniti per consentire il parziale ritiro dei circa 2mila militari statunitensi dislocati a Est del fiume Eufrate nell’area controllata dalle milizie curdo-arabe delle Forze Democratiche Siriane. L'Italia non ha risposto all'appello.

Ultimi articoli

    • LETTERE D’AMORE

    Vanda, all’origine della bellezza dei libri di Corti

    Il colpo di fulmine, l’esame fallito per il timore di non rivederla, la convinzione di aver incontrato la donna voluta per lui dal Cielo. Nell’epistolario di Eugenio Corti con Vanda ci sono tutti i tratti dell’uomo e grande scrittore de “Il Cavallo Rosso”. Che sapeva di avere contro la cultura dominante, ma sapeva anche di avere al suo fianco una moglie che non è «una donna comune, bensì nobile, e di antica nobiltà, in tutti i sensi».

    • BOND È DONNA

    Dopo Bacco e tabacco, 007 rinuncia anche a Venere

    Il prossimo James Bond sarà una donna. E, per bruciare le tappe, nera. Trionfa il politicamente corretto anche se sono anni che si è insinuato nello 007 di Ian Fleming: prima ha dovuto smettere di fumare, poi di bere e giocare d'azzardo. E adesso diventa donna. Dovremo assistere a «il mio nome è Jasmine Bond?».