• VIENNA

Il gotha Lgbt occupa il duomo con la scusa dell'Aids

Le immagini scandalose dell'evento di beneficienza in favore delle persone colpite da HIV e AIDS, dentro la cattedrale di Vienna. Un dramma provocatorio dove l'omoeresia la fa da padrona. Questa volta il cardinal Schönborn è andato oltre. Coinvolgendo anche il gotha del mondo Lgbt austriaco che è suo grande amico: dall'attore omosex al benefattore attivista. 
-CASTA SACERDOTALE, NON TEME PIU' DIO di Johannes Maria Schwarz*

 

Editoriale

    • LA LEADER DELLA CDU

    Kramp-Karrenbauer, una "mini-Merkel" cattolica

    Annegret Kramp-Karrenbauer è l’erede di Angela Merkel alla guida della Cdu, il partito democristiano tedesco al governo fino al 2021 e sarà molto probabilmente la prossima candidata cancelliera. Cattolica, contraria ad aborto e matrimoni gay, favorevole alla linea Merkel sull'immigrazione: ecco chi si prepara a guidare la locomotiva d'Europa.

    • IMMIGRAZIONE

    Miti e strumentalizzazioni del Decreto sicurezza

    "Produce un maggior numero di immigrati irregolari" e "manda per strada i richiedenti asilo". Sono solo due delle contestazioni al nuovo Decreto sicurezza che regolerà il permesso di soggiorno in Italia. A parte il fatto che gli immigrati non si creano con la legge, ma sono già entrati, il decreto mette ordine al caos dei permessi dati a tutti

Ultimi articoli

    • LAVORO

    Il Decreto dignità sta già impoverendo il mercato

    L'allarme di Federmeccanica conferma i timori di quest'estate: il 30% delle imprese non rinnoverà, alla data di scadenza, i contratti a tempo determinato in essere. Un lavoratore su tre rischia di rimanere a casa. Invece sarebbe opportuna una netta sterzata, per rilanciare il mercato del lavoro occorrerebbe aiutare le aziende ad accrescere i livelli produttivi e considerare come necessario l’assorbimento di nuove maestranze, a tempo determinato o indeterminato. 

    • IL ROSSO E IL VERDE

    Erdogan in Venezuela: islam in cambio di aiuti economici

    Il presidente turco Erdoğan, dopo l'Argentina in cui era andato per il G20, fa tappa anche in Venezuela. Il governo Maduro, messo alle strette da forte emigrazione, rivolte interne e collasso economico, cercava ossigeno. La Turchia glielo dà, in cambio di condizioni esclusive per le sue imprese e un centro islamico a Caracas.