• SCHEGGE DI VANGELO

Tutti pecchiamo

Ma io vi dico: amate i vostri nemici (Mt 5, 44)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo” e odierai il tuo nemico. Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste». (Mt 5, 43-48)


Il giudizio del cristiano non deve riguardare il nemico, peccatore, bensì il peccato. Considerato che una delle caratteristiche che accomunano tutti gli uomini, ad eccezione della Santa Vergine Maria, è il peccato, occorre essere umili e, nel caso fossimo nella necessità di correggere qualcuno, farlo con carità, ferma ma dolce. E ricordiamoci che amare il nemico non vuol dire che ci deve stare simpatico. Amare vuol dire volere il vero bene.