• Moda

Céline Dion lancia un brand "gender free" per bambini

La cantante Céline Dion ha iniziato una collaborazione con Nununu, un’azienda che produce vestiti unisex per bambini e ha lanciato un proprio brand Celinununu. L’artista ha dichiarato: “Vorrei solo rimuovere uno stereotipo. I bambini devono scegliere da soli il loro percorso. [Questa linea di moda] È stata pensata per permettere ai bambini di essere liberi e trovare la propria individualità. Voglio incoraggiare il dialogo, l’uguaglianza e altre possibilità“.

Nel video promozionale si vede la Dion che entra in un reparto di neonatologia, soffia dei coriandoli dorati sulle culle dei bambini, vestiti in azzurro, e delle bambine, vestite di rosa, e le loro tutine si trasformano in bianche e nere, con teschi e croci lugubri, il tutto in un’ambientazione assai tetra (nel sito di Nununu vi sono foto, sempre in bianco e nero, inquietanti e chiaramente ispirate al satanismo: bambini vestiti con teschi, bambine che hanno calzato in testa una testa di capra, neonati con una cuffia a forma di corna, scheletri che abbracciano i bambini, teschi a posto delle teste dei piccoli, etc., tra l’altro i bambini non sorridono mai). Sulle tutine di alcuni infanti compare anche la scritta: “Nuovo ordine mondiale”.

Un’altra prova che la teoria gender vuole davvero spingere verso una rivoluzione dei costumi.

https://oltrelamusicablog.com/2018/11/17/celine-dion-si-da-alla-propaganda-gender-lancia-nuova-moda-per-bambini-senza-genere/

https://www.osservatoriogender.it/celin-dion-e-la-moda-agender-per-bambini/