• SCHEGGE DI VANGELO

All’inizio, la Madre

I pastori andarono dunque senz'indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro... (Lc 2,16-21)

"I pastori andarono dunque senz'indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udirono, si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose meditandole nel suo cuore. I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com'era stato detto loro. Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall'angelo prima che fosse concepito nel grembo." (Lc 2,16-21)

Il primo giorno dell’anno è dedicato alla Madre del Bambino Gesù, Maria. La ragazza di Nazaret ha concepito il Bambino in modo verginale e lo ha dato alla luce a Betlemme. L’identità del Bambino qualifica l’identità della Madre. Gesù non è solo un nuovo bambino che viene al mondo; Egli è realmente il Figlio di Dio, eterno e infinito con il Padre e con lo Spirito Santo, Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero. La Madre Maria ha generato umanamente la Persona divina del Figlio di Dio Padre. Maria viene dunque chiamata ed è la Madre umana di un Figlio che è Dio. Per questo i cristiani la riconoscono e la venerano come Madre di Dio. All’inizio di questo nuovo anno, Anno della Fede, possiamo guardare Maria come Porta fidei, colei che introduce a riconoscere il suo Gesù come Figlio di Dio e ad accoglierlo come Salvatore. La storia di Gesù, cominciata con Maria, si rinnova ogni giorno e ogni anno, per ogni uomo che riconosce come Figlio di Dio il Figlio nato da Maria, e custodisce nel suo cuore ‘tutte queste cose’, camminando nella buona compagnia della Madre del Signore e dei fratelli nella fede.