• BOLOGNA

    Consultori pro life e preghiere: così calano gli aborti

    I volontari dell'associazione Giovanni XXIII ne sono convinti: la preghiera funziona. A dirlo questa volta sono i numeri che certificano come l'attività antiaborto praticata davanti agli ospedali inizi a dare i frutti sperati e a invertire la tendenza. L'associazione ha presentato i dati del Sostegno alle maternità difficili.

     «Grazie a voi il mio quinto figlio è venuto al mondo» di Maria

    • LA TESTIMONIANZA

    «Grazie a voi il mio quinto figlio è venuto al mondo»

    Questa le lettera che Maria (il nome è di fantasia) ha scritto alla Comunità Papa Giovanni XXIII per ringraziare dell’assistenza ricevuta che le ha permesso di portare a termine la sua gravidanza e di poter rallegrarsi della nascita del suo quinto figlio. 

     

    • LA STORIA

    «Il destino mi è contro? Tanto peggio per il destino»

    «La ribellione ha sempre accompagnato la mia vita ed è stato proprio il non accettare il limite imposto dalla disabilità la motivazione che mi ha spinto a gettare il cuore oltre l’ostacolo». Vincenzo Russo, docente di Sociologia all’Università per Educatori Fondazione don Gnocchi racconta la sua storia. 

    • SENTENZA

    Ecco l’eugenetica per via giudiziaria

    Il Parlamento fa le leggi, i giudici le smantellano a colpi di sentenze. Ora ci risiamo: con un ultimo colpo, la Corte Costituzionale ha deciso di togliere il divieto alla diagnosi pre-impianto, alle coppie fertili, ma portatrici sane di patologie genetiche. Siamo all'eugenica per via giudiziaria. 

    • LEGGE 40

    Nuovo colpo di giudici. Smantellati tutti i divieti

    Il Parlamento fa le leggi, i giudici le smantellano a colpi di sentenze. Come per la Legge 40, quella che quando venne approvata poneva invalicabili confini alla fecondazione assistita. Ora ci risiamo: con un ultimo colpo, la Corte Costituzionale ha deciso di togliere il divieto della diagnosi pre-impianto alle coppie fertili, ma portatrici sane di patologie genetiche. 

    • LA SENTENZA

    Sancito il diritto al figlio, anche a quello perfetto

    Dopo la sentenza della Consulta che toglie il divieto della fecondazione assistita alle coppie fertili, la logica della legge 40 è sempre più chiaro: gli embrioni prodotti non sono nulla, non sono uomini ma "materiale biologico" di proprietà di chi li ha prodotti; le tecniche servono per soddisfare desideri degli adulti e nessuno può mettere ostacoli. 

    • ROMA

    La marcia dei 40mila per dire sì alla vita

    Quarantamila volte sì alla vita senza se e senza ma. Tanti sono stati infatti  i partecipanti alla V Marcia Nazionale per la Vita che si è svolta a Roma nel caldissimo pomeriggio di ieri. E il Papa ieri ha ricordato che “è importante collaborare insieme per difendere e promuovere la vita umana”.

    • IL CASO VERGARA

    L'embrione a chi lo do? Dove porta la vita Frankenstein

    “Questo embrione a chi lo do?” Se lo stanno chiedendo i giudici chiamati a decidere sul divorzio tra l’attrice Sofia Vergara e il milionario Nivck Loeb. Il tipo, vuole che gli embrioni che la coppia aveva congelato, vengano usati per essere impiantati nell’utero della donna, lei invece no. Che fare allora di questi embrioni?

    • IL 10 MAGGIO A ROMA

    Cinque (più una) buone ragioni per marciare per la vita

    Domenica 10 maggio a Roma si svolgerà la V edizione della Marcia per la Vita. Quelladi Roma rappresenta un unicum sia per numero di partecipanti sia per l’eco massmediatico, la sua importanza internazionale e la capacità di coinvolgere anche il mondo ecclesiale ai più alti livelli. Ecco perché vale la pena parteciparvi.

    • MANIFESTAZIONE PRO LIFE

    Aborto e kill pill: tra testimonianze e nuovi paradossi

    Il popolo pro life e che combatte per l’abrogazione della legge 194 è tornato in piazza a Milano. Una fortissima testimonianza pubblica, ma di scarsa incidenza politica e legislativa (nessun partito è disponibile all'abolizione della 194). Non solo: la diffusione delle pillole abortive pongono altri paradossali problemi.

    • SOCIETA'

    Quelli che «l'ideologia gender non esiste»

    I genitori cominciano a reagire all'indottrinamento dei loro figli? Ecco che si cerca di negare che esista un'ideologia del gender. E a chiedere una mobilitazione contro «l'ideologia di chi è contro l'ideologia del gender» è un editorialista di Avvenire, il dottor Alberto Pellai, impegnato anche nel far superare ai ragazzi gli "stereotipi di genere".

    • FARMACI

    Pillola dei cinque giorni: un aborto senza la ricetta

    L'Aifa, l'ente nazionale italiano per il controllo sui farmaci, ha stabilito (come aveva già stabilito l'omologo ente europeo) di dare il via libera alla dispensazione al pubblico della pillola dei cinque giorni dopo) come prodotto da banco. Solo per le minorenni continuerà a servire la ricetta medica. Decade l'obbligo del test di gravidanza. In sostanza, la pillola dei cinque gioni dopo è un aborto senza la prescrizione medica.