• SCHEGGE DI VANGELO

Un mondo di sguardi

Non giudicate, per non essere giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate sarete giudicati voi (Mt 7,1-5)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non giudicate, per non essere giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate sarete giudicati voi e con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi. Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? O come dirai al tuo fratello: “Lascia che tolga la pagliuzza dal tuo occhio”, mentre nel tuo occhio c’è la trave? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello». (Mt 7,1-5)

Come vorremmo essere giudicati? Vorremmo essere capiti, valorizzati nei nostri pregi, accolti e corretti con benevolenza nei nostri difetti e negli sbagli. Quando incrociamo lo sguardo di un amico, pieno di fiducia e di simpatia, siamo disposti ad ammettere di essere mancanti di qualcosa, di avere dei difetti, di aver sbagliato qualcosa, In questo modo ci guarda Dio, così Gesù guarda i peccatori e le persone deboli e malate. Così un genitore guarda un figlio. Questi sguardi fanno cambiare il mondo.