• Social

Skype e le emoticons arcobaleno

Se aprite Skype, il famoso programma di messaggistica istantanea, e cliccate sul logo delle emoticon potrete scegliere tra varie categorie di emoticons. Una di queste è indicata da un arcobaleno. Cliccate e scoprirete quanto Skype sia gaiamente corretto. Infatti potete scegliere di inviare al vostro interlocutore le seguenti emo: la bandiera arcobaleno, varie coppie gay sormontate da cuoricini o che si tengono per mano, il numero 50 a ricordo dei moti di Stonewall di 50 anni fa in cui per la prima volta i gay manifestarono, l’unicorno, altro simbolo LGBT, la faccina che ride color arcobaleno e un cuore anch’esso color arcobaleno, insieme ad altre immagini simili.

Ma non finisce qui: se cliccate sopra “sticker” si apre una finestra in cui potete scegliere quale spilla gay pride potete allegare al messaggio. Un nota bene: ci sono solo spille dedicate ai gay, non altre. Queste emo, volute per celebrare i moti di Stonewall, si vanno a sommare a quelle standard che vedono coppie gay anche accompagnate da bambini.

Ora dato che le persone omosessuali oscillano tra l’1 e il 4%, contando anche i bisessuali, viene da chiedersi a chi possono interessare questa valanga di emoticons arcobaleno: a nessuno o quasi (dovrebbero essere maggiormente rappresentati ad esempio i giardinieri che di certo sono di più che i gay). Ma non è questo il fine di Skype. La sua finalità infatti è quella di mostrarsi progressista, liberale, al passo con i tempi (morti).