a cura di Benedetta Frigerio
  • India

Radicali indù devastano una scuola femminile cattolica nel Maharashtra

Sono ancora sotto shock le allieve della Holy Cross High School, la scuola cattolica di Kolhapur, nel Maharashtra, che il 22 gennaio è stata devastata da un gruppo di radicali indù dello Yuva Sena, ala giovanile del partito di estrema destra Shiv Sena. L’attacco è stato fatto in orario di lezioni e vi hanno assistito impotenti allieve e insegnanti. Il preside della scuola, Sr. Bharati, ha raccontato che circa 20 attivisti hanno fatto irruzione nel campus gridando slogan contro la direzione scolastica. Poi – riporta l’agenzia di stampa AsiaNews – hanno messo a soqquadro l’ufficio, distruggendo i vetri delle finestre e danneggiando i simboli religiosi, compresi la croce e la statua della Madonna. “Si lamentavano – dice il preside – delle rette scolastiche e hanno iniziato a maltrattare me e lo staff. Quando io ho chiesto di mantenere la calma e proposto di discutere in maniera pacifica, hanno iniziato a distruggere tutto”.I genitori delle studentesse hanno diffuso una dichiarazione in cui condannano l’attacco e difendono le suore. Sull’incidente è intervenuto anche mons. Thomas Dabre, arcivescovo di Pune: “Sono dispiaciuto e rattristato. Siamo sempre aperti alle discussioni, per questo non c’è alcuna necessità di arrivare a reazioni aggressive. Non è questo il modo giusto per risolvere i problemi in una società civile. Tutti gli istituti gestiti dalla Chiesa sono al servizio delle persone, in particolare poveri e emarginati”. Diverse altre scuole cristiane sono state attaccate nel corso degli anni, soprattutto dal 2014, da quando cioè un governo nazionalista indù è alla guida dell'India. Ad AsiaNews John Dayal, segretario generale dell’All India Christian Council, ha dichiarato: “La vandalizzazione della scuola cattolica da parte dell’ala giovanile dello Shiv Sena, alleato di governo del Bjp [Bharatiya Janata Party], è davvero preoccupante. È scioccante di per sé e indicativo dell’aspro scontro che i gruppi fondamentalisti attuano nei confronti delle minoranze religiose nella corsa alle elezioni generali. In India – ha aggiunto – avviene almeno un incidente al giorno contro il clero, le scuole o le chiese della comunità cristiana”. L’istituto attaccato è stato temporaneamente chiuso.