• Arte?

Mostra blasfema e il sindaco caccia due collaboratori

Il 24 febbraio scorso si è conclusa presso il Palazzo ducale di Massa la mostra Storytelling con “opere” di Giuseppe Veneziano. Tra le varie opere discutibili vi era anche quella in cui Cristo in croce indossava slip leopardati. Il cartiglio infisso sul palo della croce non recitava l’acronimo INRI, bensi LGBT. Ed infatti la tela così si chiama. Insomma un Gesù gay.

Il vescovo di Massa Carrara, Giuseppe Santucci, l’ha definita «vergognosa» e «blasfema» e il sindaco leghista Francesco Persiani ha rimosso il 19 marzo scorso l'assessore alla Cultura Eleonora Lama e il vicesindaco Guido Mottini con deleghe a Turismo e Polizia municipale. Pare che sulla decisione siano pesati anche altri motivi.

Persiani ha dichiarato: «Ho dovuto far fronte ad una paurosa gaffe per quel quadro che ha offeso la comunità cattolica locale e non solo». Finalmente una volta tanto c’è qualcuno che difende non gli antivalori di una minoranza, ma i valori della maggioranza.

https://www.gonews.it/2019/03/19/massa-persiani-licenzia-vice-assessore/