a cura di Riccardo Cascioli
  • Unesco

L’Africa detiene il primato dell’esclusione scolastica

L’Africa sub sahariana detiene il non invidiabile primato di avere il più alto numero di bambini e di ragazzi esclusi dall’istruzione scolastica del mondo. Secondo l’agenzia Onu Unesco, su 262 milioni di giovani in età scolare privi di istruzione 97,3 milioni sono africani subsahariani. Seguono Asia meridionale, con 96,7 milioni, Asia orientale e sud orientale, 29,9 milioni, Africa settentrionale e Asia occidentale, 18,5 milioni, America Latina e Caraibi, 12,6 milioni, Europa e Nord America, 5,2 milioni, Asia centrale, 0,9 milioni, Oceania, 0,8 milioni. 64 milioni di fanciulli non frequentano la scuola primaria, 61 quella secondaria e 138 quella secondaria superiore. Tra i motivi per cui i giovani non frequentano la scuola ci sono i conflitti e il terrorismo. In territori insicuri le scuole chiudono e, anche se restano aperte, molti genitori non mandano i figli a scuola per paura di attacchi e aggressioni. Inoltre la guerra produce sfollati e rifugiati ai quali non sempre è possibile fornire servizi scolastici. Lontano da scuola restano anche i bambini costretti a lavorare e i bambini soldato. Inoltre un fattore rilevante di esclusione scolastica sono le discriminazioni, che impediscono di ricevere un’istruzione a bambini e ragazzi appartenenti a categorie e classi marginali o determinano l’interruzione degli studi prima del conseguimento di un diploma. Le più frequenti vittime di discriminazione in tutte le aree geografiche restano le bambine e le ragazze. Anche nel loro caso le più penalizzate sono quelle che vivono in Africa sub sahariana. La Chiesa cattolica, nella convinzione che l’istruzione scolastica sia un diritto che a sua volta consente di accedere ad altri diritti fondamentali, è presente in Africa con decine di migliaia di istituti scolastici:  18.813 scuole materne frequentate da 2.251.425 alunni; 45.088 scuole primarie per 19.170.537 studenti; 15.238 scuole secondarie per 6.367.769 alunni. Inoltre segue 114.086 studenti di istituti superiori e 127.009 universitari.