• UK

Irlanda del Nord e "nozze" gay: decide Londra

Il 9 luglio scorso è stato approvato dal parlamento inglese il “Northern Ireland Executive Formation Bill”, una legge che a colpi di emendamenti ha esteso il “diritto” di aborto e il “matrimonio” gay anche in Irlanda del Nord.

E’ stato un colpo di mano da parte di Londra perché queste materie sono di esclusiva competenza del governo nord irlandese. Quest’ultimo non è operativo da mesi a causa di forti spaccature interne. Se non tornerà a lavorare entro il 21 ottobre, la legge approvata dal parlamento inglese diventerà vigente.

I vescovi delle diocesi di Dromore, Down e Connor, Derry, Clogher hanno pubblicato una lettera aperta: «L’uguale diritto alla vita e l’amore di una madre e del suo bambino non nato sono così fondamentali per il bene comune di ogni società che i cittadini meritano la piena partecipazione al dibattito democratico sulla legislazione che lo governa. Questo vale anche per le decisioni riguardanti la natura del matrimonio. Quello che sta accadendo a Westminster in questi giorni mina in modo avventato questo fondamentale diritto dei cittadini e il principio di devoluzione al centro dell’accordo del Venerdì Santo. Dovrebbe essere motivo di grave allarme per ogni cittadino dell’Irlanda del Nord e per tutti coloro che amano il diritto alla vita come il più fondamentale di tutti i diritti umani».

https://www.tempi.it/aborto-e-nozze-omosex-il-ricatto-di-londra-allirlanda-del-nord/

https://www.catholicnewsagency.com/news/n-irish-bishops-decry-rushed-passage-of-bill-legalizing-abortion-gay-marriage-37015