• CINA

    Storia di Feng, vittima dell'aborto forzato

    Il caso di Feng Jianmei è tornato d’attualità perché la ragazza cinese pochi giorni fa ha deciso di parlare. Feng è una delle tante vittime della politica del figlio unico in Cina: prelevata e picchiata, fu costretta ad abortire al settimo mese.

    • TRIPOLI

    Libia, ecco il disastro provocato

    Il 17 febbraio 2011 a Bengasi, in Libia, scoppiava la rivolta che si sarebbe conclusa il 20 ottobre successivo con il linciaggio di Muhammar Gheddafi. Nel secondo anniversario i cittadini libici non hanno molto da festeggiare. 

    • ASIA PACIFICO

    La Corea del Nord fa ripartire la corsa al riarmo

    Il terzo test nucleare di Pyongyang ha fatto arrabbiare soprattutto l'alleato cinese, perché sta favorendo il rafforzamento degli Stati Uniti nella regione, con un forte aumento dell'export di armi verso Giappone, Corea del Sud, Taiwan, Filippine.

    • AFRICA

    È il Mali il nuovo Afghanistan

    Una decina di soldati maliani uccisi e altrettanti feriti da mine e ordigni improvvisati seminati dai jihadisti lungo le piste sabbiosa del nord. Un solo ferito invece nelle due azioni suicide compiute negli ultimi due giorni. Indizi inquietanti di una guerra che si annuncia decisamente lunga.

    • EDITORIALE

    Pericolo islam, è ora di pensarci

    Quanto sta avvenendo in Tunisia ci fa capire che il fondamentalismo islamico è oggi una grave minaccia alla pace nel mondo. In nessun paese islamico c'è democrazia né piena libertà relgiosa. E dove ci sono forti minoranze islamiche c'è guerra e terrorismo. Eppure l'argomento è tabù.

    • DONNE E CRISTIANESIMO

    "Ogni creatura è bene". Questa è la rivoluzione

    Come in India, in tutte le società arcaiche le donne subiscono discriminazioni e violenze. Ma se per noi questo è inconcepibile, è perché siamo eredi di una rivoluzione antropologica che ha conquistato il concetto di persona. E siamo eredi del cristianesimo, che trova in Maria il suo modello di donna.

    • NIGERIA

    I volontari nel mirino di Boko Haram

    A Kano, in Nigeria, degli uomini armati a bordo di una motocicletta hanno aperto il fuoco sui volontari che in un ambulatorio stavano vaccinando dei bambini contro la poliomielite uccidendo due donne. I terroristi, probabilmente legati a Boko Haram, ricominciano a uccidere in nome dell'Islam. 

    • RIVOLTE ARABE

    Tunisia, la deriva dei Fratelli musulmani

    L'uccisione di Chokri Belaïd, uno dei principali esponenti dell'opposizione laica, dà ragione a chi aveva messo in guardia dagli entusiasmi verso le rivolte arabe. Belaïd criticava aspramente Ennahdha, il partito al potere legato al movimento dei Fratelli musulmani.

    • USA

    Il vero scopo della riforma sanitaria

    Quella presentata dall’inquilino della Casa Bianca come un’autentica rivoluzione per garantire equità e giustizia sociale nel contesto del sistema sanitario nazionale statunitense fosse è in realtà un provvedimento estremamente controverso.

    • AMAZZONIA

    La gioia della missione nelle suore di Madre Teresa

    L’Amazzonia brasiliana è estesa 14 volte la nostra Italia, abitata da circa 18 milioni di abitanti quasi tutti cattolici. Parintins è una di queste, fondata dai missionari italiani del Pime nel 1955 e ancor oggi con un vescovo italiano, mons. Giuliano Frigeni.

    • HAITI

    Poveri e felici, contro ogni previsione

    Il benessere occidentale non ha portato con sé la felicità. Abbiamo anche più di quel che veramente ci serve, ma ci siamo ingabbiati in una serie di regole, numeri e adempimenti che snervano e nevrotizzano. Eppure la felicità sembra regnare dove meno ce la si aspetta.

    • MALI

    Contro il terrorismo c'è chi propone l'aborto

    Il Mali sembra avere un nuovo problema: la crescita troppo rapida della popolazione. L'ultima trovata della ONG inglese Population Matters per giustificare il controllo sulle nascite e la pianificazione familiare. La scusa? Arginare violenza e terrorismo.