• TORINO

    L'odio a 5 stelle per l'ultima scuola di popolo

    A Torino la vera faccia dei 5 Stelle che tagliano del 25% il contributo che il Comune dà alle scuole paritarie. Perché la Chiesa e le sue opere vanno cancellate. Protesta il vescovo. Ma Appendino non comprende che se le scuole dell'infanzia dovessero chiudere, i costi si riverseranno triplicati sul Comune. Oltre che miope la sindaca sotto la Mole è anche ideologica: la scuola parrocchiale è l'ultima vera scuola di popolo attenta alle esigenze di tutti. Parla la presidente Fism.

    • RINVIATO IL VOTO IL REGIONE

    Stop, per ora, alla "Scalfarotto alla Umbra"

    Il voto del consiglio dell’Umbria sulla proposta di legge regionale sull’omofobia è stato rinviato a data da destinarsi. Il nuovo stop arriva dopo quello di due settimane fa dovuto alla mancanza delle coperture economiche del provvedimento, il quale indica uno stanziamento annuale di 50 mila euro volto al funzionamento dell’osservatorio regionale anti-omofobia che sarà composto da sei esponenti di altrettante associazioni lgbt.

    • IL PROGETTO EDUCARE ALLE DIFFERENZE

    Patto scellerato tra comuni e associazioni gay

    L'adesione del Comune di Siracusa al progetto Educare alle differenze fa emergere l'ambiguo rapporto tra le amministrazioni di nidi e scuole dell'infanzia e associazioni che promuovono le peggiori deviazioni: dall'Anddos (dark room) all'Arcigay (utero in affitto); dal Cassero (blasfemia omo) al Mario Mieli (pedofilia). Affidereste loro l'educazione dei vostri figli?

    -STOP A SCALFAROTTO ALLA UMBRA di M. Guerra

    • DITTATURA RELATIVISTA

    Scuole cristiane: discriminate dall'ideologia Lgbt

    Ad, Alberta, in Canada, il ministro dell'Istruzione obbliga due scuole cristiane ad aprire ai cosidetti club "gay". Ma, come ha spiegato il giudice della Corte Suprema Samuel Alito, questo è solo l'inzio di un vento ostile ai credenti e a cui occorre guardare per non trovarsi impreparati.

    • IL PROGETTO

    Porcospini, la violenza del sesso spiegato ai bambini

    Si fa strada un nuovo progetto nelle scuole presentato persino alla Camera: è Porcospini. Si insegna ai bambini a "toccarsi" e a nascondere le cose ai genitori. Ma anche cosa vuole dire fare l'amore e a scoprire le cose belle e brutte del sesso. Ancora una volta sulla pelle dei bambini e con la complicità della scuola. E con la benedizione dell'Oms che sta diffondendo gli standard per l'educazione sessuale in Europa e che promuove l'autoeretosimo infantile. 

    • IL LIBRO DELLA BUSSOLA

    L'ideologia statalista ha affossato la scuola

    Insegnanti demotivati e declassati a “proletariato intellettuale”, studenti frustrati, personale addetto alla scuola pubblica insoddisfatto, distacco crescente tra docenti e studenti. Nel libro della Bussola scritto da Cominelli Scuola: rompere il muro fra aula e vita le analisi di una crisi che parte da lontano e le proposte per un rilancio. 

    • UN TESTO PER LE SCUOLE GIA' PRONTO

    Gender, è fatta: ora la Giannini quereli i colleghi

    Parlare di educazione gender nelle scuole ormai non fa più problema, non serve più nasconderla nelle pieghe della legge sulla Buona scuola. Ora è venuto il tempo in cui si può agire alla luce del sole e varare in tutta tranquillità un Testo unico che condensa tutte le proposte sul tema. Che l'ex ministro Giannini allora quereli i suoi onorevoli colleghi proponenti tale legge.

    • IMPOSTE LEGGI ANTI OMOFOBIA

    Umbria, Repubblica Autonoma Gendercratica

    Mentre la Scalfarotto e le linee guida sono dormienti in Parlamento, la Regione Umbria mette la freccia nella corsa ai falsi diritti per i gay e trans e istituisce un vero e proprio sistema di norme interamente votate a reprimere ogni caso di omofobia. E pazienza se il tutto non ha alcuna base giuridica nè scientifica. E per chi sgarra c'è anche una speciale inquisizione. 

    • LA RIFORMA DI LEGGE

    Tribunali dei minori addio: l'interesse dei bimbi sacrificato

    Alla Camera la riforma è già passata, si attende ora il responso del Senato. Il governo punta ad eliminare i tribunali dei minori con la scusa della razionalizzazione. In futuro a decidere sui piccoli potranno essere sezioni interne ai tribunali ordinari. Ma è un inganno: il minore perderà lo status di soggetto autonomo e sarà esposto alla pretesa della dittatura dei desideri degli adulti. Basta immaginare che cosa accadrà sulle adozioni per le coppie gay dove il bimbo diventerà una controparte o un pacco da contendere. Una petizione dei magistrati minorili spera di aprire gli occhi. 

    • AL LICEO MAMIANI

    Scuola alla canna(bis) del gas: i Radicali spacciano in aula

    Un incontro al Mamiani di Roma diventa pretesto dei Radicali per distribuire semi di cannabis che una volta piantati costituiranno reato. Protesta Giovanardi, che consegna al dipartimento antidroga del governo un "esemplare". Ma l'episodio rientra nella strategia della Rosa nel pugno: farsi denunciare per spaccio di sostanze a scuola e scatenare così il clamore mediatico. E alla scuola di Stato non resta che abdicare alla sua funzione educativa. 

    • IL CASO SACRO CUORE

    Trento, privilegio gay chiude la bocca alle scuole

    La sentenza che condanna l'Istituto Cacro Cuore di Trento a un risarcimento monstre per non aver rinnovato il contratto ad un'insegnante lesbica dimostra che ad essere condannate sono: la libertà religiosa, la libertà di educazione e la libertà di pensiero. Criticare chi non si flette al dogma gender è espressione di un diritto civile, criticare chi promuove questo stesso dogma costituisce un illecito civile e penale.

    • IL NUMERO PER L'8 MARZO

    Famiglia cristiana si butta sul femminismo corretto

    I settimanali delle Paoline concorrono a creare quel clima da epidemia di femminicidi che non trova riscontro nelle statistiche. Come? Dedicando alla Festa della donna articoli a senso unico su femminicidio e maschi violenti. Invece avrebbero potuto parlare di fertilità, filiazione, aborti forzati in Cina perché anche questo è parlare di donne.