• IL CASO

    Schönborn, il cardinale che smentì se stesso

    Cosa è successo al cardinale arcivescovo di Vienna, oggi arcigno difensore delle novità dottrinali in materia di divorziati risposati ma una volta difensore implacabile dell'indissolubilità del matrimonio e dell'impossibiità di una nuova chance?

    • MARTIN

    «Insegnamento non ricevuto», liberi i cristiani Lgbt

    Padre James Martin, SJ è ancora alla ribalta della cronaca, almeno nel mondo anglosassone e sul web, per alcune dichiarazioni – in realtà un video – che ha pubblicato ieri e in cui tratta di omosessualità e castità.

    • PAPA

    Nessuna misericordia per i preti pedofili

    Nuovo affondo del Pontefice sulle inadempienze del passato e sul pugno duro di oggi. Ma con Ratzinger si concentrò la maggior parte delle leggi e norme per reprimere e punire i responsabili. Ben sapendo che le cause intime sono da ricercare nel lassismo morale, nella scarsa pratica sacramentale e nel fatto che la maggior parte dei casi sono operati da sacerdoti omosessuali.

    • DOPO LE PROTESTE

    Omoeresia, Gesuiti Usa allo sbando e con Martin

    «I libri di padre Martin sono in conformità con la Chiesa». E' il comunicato dei gesuiti americani dopo le proteste che hanno fermato due presentazioni del libro dell'omoeretico Padre Martin building a bridge. 

    • MOTU PROPRIO

    Famiglia, attacco all'eredità di Giovanni Paolo II

    Un nuovo Motu Proprio - Summa Familiae Cura - dà l'assalto all'Istituto per il Matrimonio e la famiglia creato da san Giovanni Paolo II, che cambia denominazione e status. Un forte segnale di discontinuità che sottolinea la totale diversità di giudizio, rispetto a Giovanni Paolo II, sulla realtà attuale della famiglia e della società e sul compito della Chiesa.
    - IL DOCUMENTO IN SINTESI, a cura di Lorenzo Bertocchi

    • L'UDIENZA

    «Alla fine della vita Dio non delude»

    «Non pensare mai che la lotta che conduci quaggiù sia del tutto inutile. Alla fine dell’esistenza non ci aspetta il naufragio: in noi palpita un seme di assoluto». Lo ha detto papa Francesco nell'udienza generale dedicata a "educare alla speranza".

    • IL DOCUMENTO

    Sulla linea di Amoris Laetitia

    Con la lettera apostolica in forma di Motu proprio Summa familiae cura, papa Francesco rifonda l’Istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia. L’istituto voluto dal santo papa polacco fu definito nel 1982 e affidato, come primo preside, alle cure del cardinale Carlo Caffarra, oggi apparentemente cambia solo il nome, in realtà muta anche l’orizzonte di riferimento

    • IL CARDINALE AL TIMONE

    Muller: «Solo la Chiesa può dare speranza alla società»

    Il Prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina della fede ospite della giornata del Timone a Staggia senese: «Compito primario della Chiesa, di fronte alla società e in ogni ambito è quello di ampliare gli orizzonti dell’umano, allargando in continuazione i confini della sua razionalità».

    • IL VESCOVO SCHNEIDER

    «Servono voci che chiedano chiarezza su AL»

    Il vescovo Schneider difende l'operato del professor Seifert, allontanato per aver rispettosamente chiesto chairezza su alcune frasi di Amoris Laetitia e auspica che altre voci, dopo i cardinali dei Dubia, si alzino per difendere la dottrina  

    • IN MEMORIA

    Carlo Caffarra, un ricordo personale e spirituale

    "Ho vissuto la dipartita del card. Carlo Caffarra con dolore e serena fiducia. Ma anche «di ogni cosa perfetta ho visto il limite» (Sal 118,96)" Un ricordo personale dell'arcivescovo di Bologna. Una riflessione sulla teologia, sulla morte, sulla liturgia e su quei dubia rimasti senza risposta.

    • SAN CHARBEL

    Il santo per i cui miracoli accorrono anche gli islamici

    Benedetta in Libano una statua di san Charbel Makhluf. Già tantissimi i prodigi e le guarigioni operate per sua intercessione. Ma i miracolati non sono solo cristiani, ma anche musulmani. E per questo è corsa la voce in tutto l’Islam e i malati accorrono da tutte le parti per pregare ad Annaya.

    • USA

    I fedeli in rivolta stoppano l'omoeretico Martin

    Negli Stati Uniti i cattolici "della strada" si sono fatti sentire e hanno impedito con le loro proteste che istituzioni di rilievo del mondo cattolico dessero spazio al gesuita James Martin, autore di un libro (Building a bridge) che viene visto dai suoi critici come una forma di appoggio al modo di vita LGBT.