• LA GRANDE BUFALA

    Un business che è la fine del mondo

    Nessuna «setta» aspettava il 21 dicembre, né alcuno aveva previsto davvero la fine di tutto per quella data. Nè si sono radunate folle in alcuni paesi. Retrospettiva su uno «scherzo» mediatico che però può avere gravi conseguenze sulla religione.

    • REPORTAGE

    Emilia, messe di Natale al freddo e al gelo

    La burocrazia nega ai paesi terremotati i prefabbricati per le chiese. E la notte di Natale le celebrazioni saranno in tendoni di fortuna o in palloni gonfiabili. Il vescovo di Carpi denuncia: «Ci sono situazioni di insopportabilità per ancora molte comunità». Anche le promesse fatte in occasione della visita del Papa non sono state mantenute: «Ma noi abbiamo la speranza che ci manda avanti».

    • RETROSCENA

    Caso marò, rischio autogol

    Le garanzie offerte dal governo italiano per il rientro di Girone e Latorre in India dopo le vacanze natalizie, prevedono che i due fucilieri non siano fermati dalla Procura di Roma (sono sotto inchiesta anche in Italia), un implicito riconoscimento della giurisdizione indiana sul caso.

    • C'È DOGMA E DOGMA

    Sacra Costituzione in laico Stato

    Stasera Benigni celebrerà in tivù la Costituzione, divenuta nell'immaginario collettivo il Degalogo intoccabile di uno Stato idolatrato. Ma chi lo ha detto che al di sopra della Costituzione ci sia il vuoto cosmico? E che non possa capitare che lo Stato violi i suoi stessi principi fondamentali? Lo ha già fatto e continua a farlo.

    • PRIMO PIANO

    L'establishment mondiale vuole la droga libera

    Libera e legalizzata. Cioè libera di fare schiavi in modo legalizzato. Così la vogliono le star di Hollywood e uomini politici come Bill Clinton, Javier Solana e Kofi Annan. In America la loro crociata ha già ottenuto i primi risultati. E a breve nelle casse federali entrerà molto denaro.

    • FOCUS

    Il decreto ammazza-ILVA

    Dopo la firma di Napolitano si scatenano le reazioni delle parti in causa (e anche di quelle non in causa). La vera notizia però è che le condizioni poste dal provvedimento decidono di fatto la perdita del controllo della proprietà. Che interessi si celano dietro questa volontà di esproprio?

    • TENDE AVSI

    "Costruendo un bene per tutti"

    Anche quest'anno, in tutta Italia, cene solidali, spettacoli, presepi viventi, sono l'occasione per sostenere progetti in Ecuador, Uganda, Siria ed Etiopia. Una grande opera possibile grazie all'impegno di un intero popolo. - Il Job di Hadjadj per Avsi

    • SENTENZE BIZZARRE

    Per i giudici meglio l'adultero del marito

    Prendi a ceffoni l'amante di tua moglie? Finisci in galera per “maltrattamenti in famiglia”. Una trovata della Cassazione.