• DIVA ABORTISTA

    Oui, je suis Catherine Deneuve, nonna ammazza bimbi

    Oui, je suis Catherine Deneuve. Tutti la ricordano così, mentre scendeva sciccosa dall'auto nella pubblicità della Lancia Delta. Quella frase divenne un tormentone che le segnò per sempre la carriera. Oggi la sempre affascinante attrice ha superato i 70 anni e dalle auto è passata agli spot per l'aborto. Da brividi.

    • L'ULTIMA DI RENZI

    Canone Rai in bolletta? Bello ma impossibile

    Sul tavolo del governo Renzi il "dossier Rai" è tra i più urgenti ed entro fine anno conoscerà importanti evoluzioni. Per combattere l'evasione del canone (600 milioni di euro) Palazzo Chigi immagina di costringere 30 milioni di famiglie a pagarlo inserendolo nella bolletta elettrica e quindi, di fatto, rateizzandolo.

    • CINEMA

    Tutti i film (belli e no) che hanno preceduto Cristiada

    A lungo “disperso”, il film Cristiada (clicca qui) sbarca finalmente anche in Italia grazie alla Dominus Production di Federica Picchi. Non è da oggi, comunque, che il cinema s’interessa alla vicenda cristera in un intreccio tra narrativa e settima arte oggetto di notevoli studi. Ecco i film che hanno raccontato dei cristeros.

    • CHEYENNE CARRON-ROYER

    L’Apôtre, un film contro la cristianofobia islamista

    È nata a Valence, in Francia, nel 1976 da genitori che l’hanno abbandonata che aveva solo tre mesi, avendo però nel mentre trovato il tempo per maltrattarla. Si chiama Cheyenne Carron-Royer e oggi, a 38 anni, è  una delle più originali registe-sceneggiatrici di Francia. Qui ci parla del suo film L’Apôtre.

    • CRISTIADA/ IL FILM

    José, il piccolo martire dei cristeros oggi è beato

    In programmazione nelle principali città, il film  Cristiada di Dean Wright è finalmente entrato dalla porta principale anche in Italia. Molti non sanno che uno dei protagonisti, il piccolo José (interpretato dal messicano Maurico Kuri) non solo è esistito davvero (come altri nel film), ma è anche un beato della Chiesa.

    • IL LIBRO

    Vi racconto Fellini, un uomo grande come un bambino

    Si può raccontare Federico Fellini ai più piccoli? Secondo Andrea Pallucchini si può e si deve. Il mio nome è Federico Fellini – Un uomo grande come un bambino, è un libro che narra la “storia del grande regista italiano senza alterarla né togliere nulla ad una vita”  che, come ben racconta la nipote Francesca Fabbri Fellini.

    • IL PERSONAGGIO/ DEPARDIEU

    Gérard, una vita sbagliata, affascinata da sant'Agostino

    Era il terzo figlio e sua madre non lo voleva proprio. L'aborto, però, fallì e nacque così Gérard Depardieu. Venne su come un mezzo delinquente, un teppistello da strada disposto a tutto. Poi il successo nel grande cinema, fino alle ultime disavventure politiche. Storia di una vita "sbagliata", affascinata da sant'Agostino. 

    • INTERVISTA

    Pupi Avati: «Conosco una sola famiglia»

    «La famiglia con padre, madre e figli che hanno ruoli chiari e precisi viene messa in discussione per egoismo e ignoranza». «Io che ho vissuto 50 anni di fianco alla stessa persona posso dire che i pregi del matrimonio, i frutti dei sacrifici fatti per la persona che ti è accanto, li si riconosce e li si raccoglie soprattutto alla fine».

    - Il sogno di Martini, di L. Bertocchi

    • IL FILM

    Osceno, squalido e inutile: è il Pasolini di Abel Ferrara

    Se l'intenzione di Abel Ferrara era quella di restituire un ritratto sincero di Pier Paolo Pasolini, il suo film ha miseramente mancato il centro. Presentato in concorso al Festival di Venezia, dove è stato accolto in malo modo da diversi critici e giornalisti, il film di Ferrara è il risultato deludente di un lavoro infelice. 

    • MOSTRA DEL CINEMA

    Tutt'altro che favoloso. Leopardi affonda a Venezia

    La 71esima Mostra del Cinema di Venezia ha riservato qualche piacevole sorpresa anche se è mancato “il film” protagonista e si è premiato ancora una volta l’esercizio di stile, ben costruito certo, ma per nulla emozionale. Deludente il film su Leopardi di Mario Martone, dove il poeta ne esce piuttosto malconcio.

    • FILM DA VEDERE

    Esce Cristiada, ma niente copie "pirata", per favore

    Cristiada, il film sull’epopea dei cristeros messicani, (clicca qui) del regista statunitense Dean Wright (con Andy García, Eva Longoria e Peter O’Toole) è stato finalmente doppiato anche in lingua italiana. Uscirà a metà ottobre, per la precisione il 15. Tutto a posto, allora? No, non proprio.

    • LA RECENSIONE

    Un film sul giovane Escrivà. Ma di lui non si parla

    In prima serata Rai3 ha mandato in onda qualche giorno fa l’atteso (non da tutti, ovviamente) film There be dragons del famoso regista Roland Joffé. Perché atteso (non da tutti)? Perché parla di san Josemaría Escrivá de Balaguer, il fondatore dell’Opus Dei. Ma nel film del santo ci sono pochissime tracce.