Archivio: Politica Politica
SINISTRA

Che senso ha l'abbraccio di Pisapia con la Boschi? All'apparenza solo le ambizioni dell'ex sindaco di Milano, che potrebbe sperare in un incarico nel prossimo governo di sinistra, magari come Guardasigilli. Ma la storia è piena di abbracci e pugnalate alla schiena. Cose che minano ancor di più la credibilità della politica.

di Ruben Razzante

LE DIMISSIONI DI COSTA

La chiamano già la “quarta gamba” del centrodestra. Le dimissioni del Ministro degli affari regionali, Enrico Costa non provocheranno una crisi di govern. Ma una formazione così eterogenea e composita somiglia più a un’armata Brancaleone che non ad una forza coesa, ma intanto riuscirebbe a superare i vari sbarramenti alla Camera e al Senato.

-IL MINISTRO ALLA FAMIGLIA. SENZA SAPERLO di Marco Guerra

di Ruben Razzante

IMMIGRAZIONE

L'Ue vara nuove misure contro gli scafisti in Libia. Ma si tratta di un provvedimento che non solo è tardivo, ma è pure inutile: vieta l'esportazione in Libia di gommoni e motori fuori bordo, ma solo se "vi sono ragionevoli motivi per ritenere che possano essere utilizzate dagli scafisti”. Tutto qui. Intanto gli immigrati illegali in Italia sono 93mila. I paesi da cui provengono non sono in guerra.

di Gianandrea Gaiani

GOVERNO

Matteo Renzi è in crisi perché sta passando troppi mesi fuori dal governo, mentre Gentiloni prende quota per le sue buone doti di mediatore. La legge sullo Ius Soli è stata rimandata sine die e questo comporta un'altra emorragia di voti dal PD. In questo scenario solo Berlusconi sta dando una mano all'ex premier (pur negandolo) con un accordo tacito sulla legge elettorale.

di Ruben Razzante

MEDITERRANEO

Messo alle corde dall'offensiva del generale Haftar, il premier riconosciuto della Libia, Al Sarraj, controlla sempre meno territorio. Gli restano pochi amici, l'Italia, fra questi, è il più fidato. E per farci un favore, ha promesso una lotta senza quartiere agli scafisti. Sarebbe meglio cogliere l'occasione.

di Gianandrea Gaiani

ANCORA UNA DOCCIA FREDDA

I risultati ottenuti in tre settimane di intensa quanto raffazzonata campagna politica e diplomatica del governo italiano per ottenere maggiore cooperazione dai partner Ue per ridistribuire i migranti illegali in arrivo dalla Libia si è conclusa in un colossale fiasco. Si promette a settembre una revisione del piano sbarchi. Ma è un'illusione. 

di Gianandrea Gaiani

MANOVRE A SINISTRA

Da quando Gentiloni è diventato il nuovo premier, Renzi non ha mancato una sola occasione per fargli la guerra. Convinto di andare al voto anticipato entro l'autunno del 2017, per la sua offensiva d'estate Renzi aveva pianificato l'uscita del suo libro e una Festa dell'Unità anticipata. Ma le elezioni anticipate non si faranno.

di Ruben Razzante

IMMIGRAZIONE

Immigrazione, meglio prendere esempio dai vicini. La piccola Svizzera ha una comunità di immigrati che è pari al 22,6% dell'intera popolazione. Ma non pone particolari problemi. Chi vuole "naturalizzarsi" lo fa attraverso il comune, la comunità più vicina a lui e ai suoi nuovi concittadini.

di Robi Ronza

IMMIGRAZIONE

Il principio dello Jus Soli e il cosiddetto principio dello Jus Culturae, si ripropongono di garantire la cittadinanza a chi si trova fisicamente in Italia. Ma la cittadinanza, finora, è stata vista dal legislatore come il punto di arrivo, non di partenza, di un percorso di integrazione. Anche papa Benedetto XVI lo ribadiva: gli immigrati hanno il "dovere di integrarsi nel Paese di accoglienza"

ITALIA, LA LIBIA D'EUROPA di G. Gaiani

di Luca Galantini

G20

Anche al G20 di Amburgo, dopo il vertice Ue di Tallinn, l'Italia si ritrova isolata sul tema dell'immigrazione nel Mediterraneo. La posizione di Gentiloni, condividere anche gli immigrati economici, non è (ovviamente) accettata dal resto del mondo. E i paesi confinanti, chiudendo le frontiere con l'Italia, dimostrano di considerarci come un pezzo di Africa: la Libia d'Europa.

di Gianandrea Gaiani

Area Riservata Video »
25
Lug
San Giacomo Apostolo


SCHEGGE DI VANGELO

«Chi vuole diventare grande tra voi, sarà vostro servitore e chi vuole essere il primo tra voi, sarà vostro schiavo». (Mt 20, 20-28)

 




DOSSIER

Papa Francesco
Dopo "Amoris Laetitia" è possibile accostarsi all'Eucaristia per i divorziati risposati? Continua a essere valida l'esistenza di norme morali assolute? Esiste ancora la condizione di peccato grave abituale? Vale ancora che un atto intrinsecamente disonesto per il suo oggetto non può diventare soggettivamente onesto?

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». (Mt 4, 12-23)


Lettere in redazione

L’articolo di Angelo Busetto ("Marta e Maria, lavorare oppure no?") ha provocato una nostra lettrice che ci ha inviato le sue osservazioni. E scrive: Gesù a casa mia? A me viene in mente mio marito che torna a casa stanco dal lavoro: non è forse accogliere Gesù?». Ecco la sua lettera.