Esteri Archivio
EUROPA

“Un’Unione in cui tutti i cittadini si sentano sicuri e possano spostarsi liberamente, in cui le frontiere esterne siano protette, con una politica migratoria efficace, responsabile e sostenibile, nel rispetto delle norme internazionali". Questi sono i buoni propositi enunciati nella Dichiarazione di Roma. La realtà non rispecchia molto queste parole.

di Gianandrea Gaiani

REPRESSIONE

Nazionalista e anti-immigrati, Navalny, l'oppositore di Putin arrestato domenica, è una sorta di Steve Bannon russo, ma in Europa viene ora elogiato dalla sinistra e snobbato dalla destra. Mentre i governi dell'Ue si ricordano dell'importanza della libertà del Web e del diritto a manifestare. Che in molti altri casi dimenticano, in patria.

di Stefano Magni
Alexei Navalnij

SANITA' USA

Il dibattito fra conservatori massimalisti e riformisti manda a ramengo il primo tentativo di smantellare e rimpiazzare l'Obamacare, la riforma sanitaria introdotta da Barack Obama. Era dal 2010 che i Repubblicani lottavano per questo obiettivo, ora che ne hanno avuto l'occasione l'hanno buttata. 

di Marco Respinti
Trump battuto

DOPO L'ATTENTATO

"L'autore dell'attacco di fronte al Parlamento britannico a Londra è un soldato dell'Isis” scrive Amaq, organo di propaganda dello Stato Islamico. Si chiamava Khalid Masood, 52 anni, cittadino britannico nato nel Kent. Come lui ce ne possono essere a migliaia. I sondaggi rilevano ampie percentuali di fiancheggiatori attuali o potenziali nelle comunità islamiche nel Regno Unito. E nel resto d'Europa.

L'ISLAM E LA BREXIT di Valentina Colombo

I QUARTIERI-CALIFFATO di Gianandrea Gaiani

di Gianandrea Gaiani

L'ATTACCO SUICIDA

Londra è stata colpita per la seconda volta in 12 anni dal terrorismo. Stavolta a Westminster, storica sede del Parlamento, cuore della democrazia britannica. I siti jihadisti vicini all'Isis festeggiano. Attentato ad alto impatto mediatico, nel giorno della commemorazione delle vittime dell'attacco a Bruxelles dell'anno scorso e del vertice della coalizione anti-Isis

di Stefano Magni

LO SCONTRO

Qualsiasi sia il giudizio che si ha del nuovo presidente americano, non si può non guardare con preoccupazione alla guerra scatenatagli contro dall'establishment. Sentenze dei giudici di carattere squisitamente politico e, ora, il direttore dell'Fbi che lo mette sotto inchiesta per presunte interferenze della Russia nelle elezioni. Si cerca così di vanificare il risultato elettorale, ma si mette anche a rischio la sicurezza nazionale e non solo.

di Stefano Magni

SCOZIA

Nicola Sturgeon, 47 anni, leader dello Scottish National Party (SNP), primo ministro di Scozia dal 2014, ha un solo piatto forte: l’indipendentismo. Perché sui princìpi non negoziabili le sbaglia tutte. Aborto, nozze gay, diritti Lgbt: la Scozia vanta, sotto la guida dell'SNP, di essere "all'avanguardia" su tutto.

di Marco Respinti

OCCIDENTE COLPEVOLE?

L'Occicente è accusato di predare l'Africa, anche solo in forza della sua mentalità "materialistica". Ma a predare realmente il Continente Nero sono le nazioni dell'Asia orientale, Cina in testa. Ogni anno, tonnellate di animali (anche specie in via di estinzione) e vegetali di contrabbando, prendono il largo dai porti africani alla volta dell'Asia.

di Anna Bono

JIHAD

"Deponete le vostre armi, sono qui per morire per Allah, in ogni caso ci saranno dei morti" grida Ziyed Ben Belgacem, francese di origine tunisina, 39 anni, islamico “radicalizzato” in carcere. E’ all’aeroporto di Orly, il secondo di Parigi. Viene ucciso prima che possa compiere una strage, dopo una corsa alla morte che ha dell'incredibile.

di Stefano Magni

29
Mar
Santi Simplicio e Costantino


SCHEGGE DI VANGELO

Il Padre infatti non giudica nessuno, ma ha dato ogni giudizio al Figlio, perché tutti onorino il Figlio come onorano il Padre. Chi non onora il Figlio, non onora il Padre che lo ha mandato. (Gv 5,17-30)



Il libro di Isik Abla

Si condanna chi osa preoccuparsi dell'ondata immigratoria in Occidente, ma Isik Abla, convertita al cristianesimo, non comprende chi nega "la colonizzazione in atto ostinandosi a chiamare l'islam una religione di pace". La donna, che oggi evangelizza gli arabi puntando sul loro cuore e la loro ragione, spiega "come pagavamo l'istruzione dei giovani nelle migliori università americane per cambiare la mentalità dei vostri paesi".


- LIBIA, LA RUSSIA METTE IN SCACCO LA UE, di Gianandrea Gaiani

di Benedetta Frigerio



DOSSIER

Papa Francesco
Dopo "Amoris Laetitia" è possibile accostarsi all'Eucaristia per i divorziati risposati? Continua a essere valida l'esistenza di norme morali assolute? Esiste ancora la condizione di peccato grave abituale? Vale ancora che un atto intrinsecamente disonesto per il suo oggetto non può diventare soggettivamente onesto?

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». (Mt 4, 12-23)


Lettere in redazione

L’articolo di Angelo Busetto ("Marta e Maria, lavorare oppure no?") ha provocato una nostra lettrice che ci ha inviato le sue osservazioni. E scrive: Gesù a casa mia? A me viene in mente mio marito che torna a casa stanco dal lavoro: non è forse accogliere Gesù?». Ecco la sua lettera.