Economia Archivio
INPS E RETORICA

"Gli immigrati ci pagheranno la pensione". No. La frase di Boeri ha suscitato scandalo e proteste dall'opposizione, non solo perché è retorica, ma perché è falsa. Matematicamente falsa. I numeri dimostrano come gli immigrati, anche quelli regolari che pagano i contributi, sono più un costo che un beneficio per la previdenza. E in futuro andrà peggio, perché i richiedenti asilo sono in aumento e dipendono interamente dalla carità privata e pubblica degli italiani.

di Matteo Borghi
Tito Boeri

CAPITALE A SECCO

Roma con l’acqua razionata. Otto ore di stop dei rubinetti a zone alterne. Nemmeno ospedali e pompieri saranno risparmiati e parliamo di un caldo fine luglio. Sono scene da panico, da tempo di guerra. Come è possibile, nella capitale dell'Impero degli acquedotti? Il governatore del Lazio dà la colpa al riscaldamento globale (e quindi a Trump). Ma dietro a questa strana emergenza c'è una lunga storia di mala gestione, sprechi idrici, mancati investimenti.

di Stefano Magni
Il nasone, fontana romana

RELAZIONE AGCOM

Relazione di AgCom (autorità per le garanzie nelle comunicazioni) sullo stato dell'arte delle comunicazioni elettroniche. AgCom prende posizioni contro gli "over the top", i colossi del Web, principali utilizzatori gratuiti dell'informazione e diffusori di fake news. Da soli non si regoleranno. Una nuova legge è in vista.

di Ruben Razzante
AgCom

PENSIONI

Visto che non sono sufficienti i contributi per pagare le pensioni, il presidente dell'Inps, Boeri, auspica che l'immigrazione, aumentando il numero dei cittadini, contribuisca a sanare i conti. Ma i conti non tornano. Piuttosto, servirebbe una politica di rilancio economico, che permetta agli italiani di pagare i contributi, generare ricchezza e riprendere a far figli.

di Ettore Gotti Tedeschi

GRANDI OPERE E ROMA CIECA

Dopo ritardi e inadempienze, italiane, è pronta la linea ferroviaria che collga Lugano a Malpensa. Ma le ferrovie di casa nostra hanno fatto sapere che utilizzeranno il collegamento solo in parte costringendo i viaggiatori a un cambio scomodo e assurdo. Il nostro governo non riesce ad essere interlocutore con i suoi vicini. 

di Robi Ronza

UE

L'Unione Europea dà una super-multa a Google (2 miliardi e mezzo di euro) per abuso di posizione dominante. In pratica, il colosso americano promuoveva i suoi stessi prodotti nel mercato online a scapito di altri, approfittando del suo semi-monopolio nel settore. E però il Web è un settore ancora tutto da regolare.

di Ruben Razzante

IL RAPPPORTO SULLA COOPERAZIONE

Un aspetto controverso delle ong riguarda le condizioni di lavoro degli addetti. La cooperazione muove un “giro d'affari” di 595 milioni, di cui il 56% da fondi istituzionali: 17mila addetti, il 44,7% ha un contratto a tempo indeterminato, mentre più di uno su due lavora con contratti precari. Il nodo più dolente è quello delle retribuzioni che possono variare da oltre 103mila euro per i dirigenti ad appena 10mila euro lordi per un contratto full time per gli addetti più sfortunati.

di Matteo Borghi

IL LIBRO

Ettore Gotti Tedeschi, economista, già direttore dello Ior, pubblica un nuovo titolo provocatorio: Dio è meritocratico. E si riferisce alla meritocrazia della fede. In un periodo storico in cui la Chiesa è messa a dura prova dal suo nemico pluri-millenario, l'eresia gnostica, Dio apprezzerà chi si batte per la fede.

di Rino Cammilleri

FEDERICO PERALI

La famiglia è vittima della povertà o una ricetta per uscirne? Nella crisi italiana, a soffrire di più sono le famiglie con figli. Eppure, è proprio grazie alle famiglie, che non siamo definitivamente sul lastrico. La NBQ ne parla con il professor Perali, docente di Politica Economica all'Università di Verona.

STANGATA SULLE FAMIGLIE di Matteo Borghi

di Stefano Magni

Area Riservata Video »
27
Lug
San Celestino I


SCHEGGE DI VANGELO

Beati invece i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché ascoltano. In verità io vi dico: molti profeti e molti giusti hanno desiderato vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono! (Mt 13,10-17)




DOSSIER

Papa Francesco
Dopo "Amoris Laetitia" è possibile accostarsi all'Eucaristia per i divorziati risposati? Continua a essere valida l'esistenza di norme morali assolute? Esiste ancora la condizione di peccato grave abituale? Vale ancora che un atto intrinsecamente disonesto per il suo oggetto non può diventare soggettivamente onesto?

RUBRICHE

Schegge di vangelo

Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». (Mt 4, 12-23)


Lettere in redazione

L’articolo di Angelo Busetto ("Marta e Maria, lavorare oppure no?") ha provocato una nostra lettrice che ci ha inviato le sue osservazioni. E scrive: Gesù a casa mia? A me viene in mente mio marito che torna a casa stanco dal lavoro: non è forse accogliere Gesù?». Ecco la sua lettera.