• Utero in affitto

All'ONU si cerca di sdoganare l'utero in affitto

Al Consiglio per i diritti umani dell’Onu il Relatore speciale Onu ha redatto un report dove condanna la pratica della maternità surrogata eccetto nel caso in cui il bambino non fosse oggetto di compravendita. Per il Relatore speciale l’aspetto principale dovrebbe essere il contenuto del contratto. Nel contratto occorrerebbe specificare che non è il bambino oggetto del contratto, ma la gravidanza: quindi nella maternità surrogata non si trasferisce il possesso di un bambino, bensì la patria potestà.

Ovviamente questa tesi è un sofisma dato che oggetto del contratto sarebbe invece proprio il bambino perché sarebbe come pagare un’azienda edile per costruire una casa: sarebbe la casa oggetto del contratto. E poi che dire della donna che porta a termine la gravidanza? Non sarebbe trattata come un’incubatrice di carne a pagamento?

Se passasse questa linea di pensiero di certo i primi a beneficiarne sarebbero le coppie omosessuali soprattutto maschili.

https://www.notizieprovita.it/senza-categoria/onu-conciliare-lutero-in-affitto-col-divieto-di-tratta-di-bambini/